• Gianni Di Ferdinando

Applausi e commozione per La Corte dei Campioni a Coverciano

Firenze - Una giornata importante per il Museo del Calcio di Coverciano, ma non solo. Una giornata significativa anche in ricordo di chi l’ha ideato, realizzato in venti anni di fatiche quotidiane, il dottor Fino Fini, scomparso nel settembre scorso.

Il Museo del Calcio di Coverciano si rinnova, inaugurando un nuovo spazio esterno, ‘La Corte dei Campioni’, un' ulteriore costola di una struttura che cresce, che allarga i suoi confini e non si ferma. Uno spazio che ripercorre la storia del calcio nazionale nelle immagini di oltre 800 protagonisti, passando in rassegna i 123 anni della FIGC, tributo in omaggio a chi ha indossato, anche per un solo minuto, la maglia azzurra.

Un vernissage, semplice, ma pieno di emozioni, significati, andato in scena nello spazio esterno del museo, nel corso di una cerimonia, con il canonico taglio del nastro, alla presenza del nuovo presidente della Fondazione del Museo del Calcio, Matteo Marani, che ha portato i saluti della FIGC e dei due figli di Fino Fini, Paolo e Stefano. Un museo del calcio “che rappresenta la storia e l’arte del centro tecnico di Coverciano, in una simbiosi con l’aspetto tecnico che non

può essere scissa”, come ha sottolineato il presidente dell’Aiac, Renzo Ulivieri.




0 visualizzazioni0 commenti