• Maurizio Fanciullacci

Calcio storico, gli Azzurri vincono la finale del Torneo di San Giovanni contro i Rossi

FIRENZE - Il punteggio di 11 cacce e mezzo contro 7 e mezzo è la fotografia di una finale del Torneo di San Giovanni spettacolare e giocata a viso aperto da entrambe le squadre. La partenza a razzo della squadra di Santa Maria a Novella, ripetutamente in caccia ha dato l'impressione di una partita indirizzata sui binari del gioco veloce e ficcante messo in mostra dai Rossi contro i verdi nella prima semifinale, ma dall'altra parte, a incassare i primi colpi c'era una squadra solida, tenace, quadrata di testa e che non si è demoralizzata, non si è disunita ma ha invece continuato a tenere il campo con una pressione costante, quasi a controllare il risultato e logorare gli avversari. I sorpassi e controsorpassi nel punteggio, forse qualche tiro azzardato di troppo da parte dei Rossi, con lo scorrere dei minuti, hanno dato la sensazione di una stanchezza degli avversari e di una lenta ma progressiva superiorità azzurra.

Che si è concretizzata sia sul piano della resistenza fisica, sia su quello mentale, sia sul piano numerico perché in una partita così avvincente e dura a pagare il prezzo più alto è stata Santa Maria a Novella che vedeva quattro dei suoi giocatori uscire in barella e di cui tre non fare più ritorno sul terreno di gioco. Una inferiorità che costava cara e che nel finale decretava la superiorità di Santa Croce in caccia con troppa facilità. A un quarto d'ora dalla fine il punteggio era di 6 e mezzo a 5 e mezzo per gli Azzurri e durante il finale prirotecnico di 7 cacce complessive in una manciata di minuti si è realizzata la superiorità dei campioni uscenti che si sono così confermati anche in questa edizione tra gli applausi di una piazza gremita e che a lungo ha intonato cori per Davide Astori commuovendo Bruno, fratello di Davide e Magnifico Messere.

1 visualizzazione0 commenti

Post correlati

Mostra tutti