• Gianni Di Ferdinando

Il bomber ora si infila i guantoni Leo Mazzoni tra calcio e boxe

Firenze - Nelle ultime due annate il campionato di Promozione è stato più fermo che in svolgimento. Leonardo Mazzoni, classe 2000, attaccante del Gambassi Terme, sodalizio del girone A, con un passato nella Lastrigiana, con la quale vinse il titolo di campione d’Italia Juniores nella stagione 2017-18 e successivamente anche del Montespertoli, si è guardato indietro e ha preso una decisione che meditava da tempo; da subito dopo lo scoppio della Pandemia a marzo 2020.

Mazzoni, figlio di un noto allenatore di boxe, uno dei più conosciuti sulla piazza di Firenze, ha deciso di lasciare il calcio e seguire le orme paterne. Duri allenamenti sul quadrato, sacrifici per rientrare nel peso e nelle passate settimane il tanto atteso esordio sul ring, al quale farà seguito un secondo incontro ufficiale nelle prossime settimane.

La strada è oramai tracciata a Mazzoni non resta che decidere se, da settembre, ripartire con il calcio, oppure lasciare in una borsa gli scarpini e allacciarsi definitivamente i guantoni. Decisione difficile, sofferta, alla quale per il momento, il neo pugile di Lastra a Signa non vuole assolutamente pensare.” Sono concentrato - le sue parole- sugli allenamenti e il prossimo incontro. Per il momento mi godo questa esperienza per pensare a cosa farò da settembre ci sarà tempo. Ora il mio interesse e’ rivolto esclusivamente a tornare sul ring e uscire nuovamente vittorioso. La boxe mi piace, mi affascina, si tratta di un mondo per me nuovo, che ho vissuto di riflesso visto il ruolo di mio padre. Il calcio e’ però la mia vita, quando sarà il momento, deciderò cosa fare nel futuro”.

(Foto: fpi.it)

0 visualizzazioni0 commenti