• Maurizio Fanciullacci

Ciclismo, il 18,19 e 20 marzo la prima edizione della Ciclostorica Lastrense

LASTRA A SIGNA - Le strade intorno a Firenze saranno il percorso di una nuova e suggestiva manifestazione ciclostorica che nel nome vuole essere omaggio ad una celebre associazione sportiva nata a Lastra a Signa nel 1921: la Lastrense. Questa mattina è stata presentata la prima edizione della manifestazione che si terrà il 18, 19 e 20 marzo con percorsi tra Lastra a Signa e altri comuni della Città Metropolitana di Firenze.

La “Ciclostorica La Lastrense” sarà una rievocazione del ciclismo come si faceva una volta, che già da questa prima edizione, ha l’ambizione di diventare appuntamento fisso della primavera di ogni anno. La manifestazione è valida come prima prova del Giro d’Italia d’epoca, e prima prova della Coppa Toscana Vintage, ed ha quindi valenza nazionale. Avrà un percorso che si snoderà su un itinerario collinare particolarmente interessante dal punto di vista ciclistico su strade bianche, comunali e regionali asfaltate del territorio dei Comuni di Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Scandicci, Montespertoli e San Casciano attraversando così anche località di altissimo interesse culturale, turistico e ambientale. La manifestazione, una libera escursione non competitiva, è organizzata dal Gruppo Sportivo Tre Emme ASD di Lastra a Signa in collaborazione con il Comune di Lastra a Signa e di Eroica e con il patrocinio della Regione Toscana, della Città Metropolitana, Comune di Firenze e dei Comuni di Scandicci, Montespertoli, Montelupo Fiorentino, San Casciano Val Di Pesa, Signa, Campi Bisenzio.

“La manifestazione si inserisce nella tradizione sportiva del nostro comune – hanno spiegato il sindaco Angela Bagni e il vicesindaco Leonardo Cappellini- un omaggio alla storia e all’identità della nostra comunità, dove il ciclismo è sempre stato protagonista. Allo stesso tempo sarà una grande attrattiva e occasione di promozione turistica del territorio, grazie ai percorsi che si snoderanno tra le bellezze delle nostre colline. Sarà una festa in una suggestiva atmosfera per tutti gli appassionati di ciclismo”.

“Non è stato semplice organizzare una manifestazione come questa ma ce l’abbiamo messa tutta – ha aggiunto Mauro Caverni della GS Tre Emme ASD-. Sarà un evento variegato con iniziative collaterali che partiranno dalla giornata di venerdì. Grazie a tutti gli sponsor che ci hanno supportato e al Comune di Lastra”.

Il presidente del Coni Firenze Fabio Giorgetti ha sottolineato come assistere alla presentazione di una manifestazione come questa dopo due anni di pandemia sia una grandissima soddisfazione. Il consigliere regionale Fausto Merlotti ha concluso gli interventi sottolineando come: “Questo genere di iniziative, in cui si fa rete, rappresentano una vittoria per tutti e aumentano e danno valore alla coesione sociale di un territorio”.

Entrando nel dettaglio del programma domenica 20 marzo la partenza sarà alle 9.30 dal centro storico di Lastra a Signa con griglia unica e dietro auto a velocità controllata fino a via Delle Selve dove inizierà la pedalata libera. I Ciclostorici potranno scegliere tra tre itinerari: lungo (76 chilometri-dislivello 1.354 m), medio (47 chilometri -544 m di dislivello), corto (36 chilometri con 350 m di dislivello). E’ previsto anche il transito all’interno di proprietà private aperte per l’occasione, Villa Le Selve, Villa Caruso e Castello di Montegufoni.

La Ciclostorica vuole essere una festa per tutta Lastra a Signa e i territori limitrofi e quindi dal sabato alla domenica saranno allestiti in piazza Garibaldi e in piazza del Comune (nel centro storico) vari stand e verranno organizzate iniziative e attività collaterali: a cura della Associazione Nazionale ANVVF e del gruppo storico dei VVF Firenze con gonfiabili per bambini dei “Pompieri” per simulazioni di momenti di emergenza, mercatino vintage e mostre di attrezzature storiche e camper informativo e formativo rivolto a ragazzi ed adulti. Inoltre esposizione nella sala consiliare di moto d’epoca a cura Club Moto d’Epoca Fiorentino. All’interno dello Spedale di Sant’ Antonio saranno esposte maglie dei campioni locali e le bici di proprietà dei noti collezionisti Gianfranco e Dorina Trevisan (presente con un suo stand). Nell’ambito della Ciclostorica sabato 19 marzo spazio alla “Pedalata rosa con la UISP” da Lastra a Signa a Firenze, Parco delle Cascine, con sosta alla piscina Le Pavoniere e ritorno. L’iscrizione è gratuita ed aperta a tutti, di tutte le età ed è possibile partecipare con una qualsiasi bicicletta. Tutte le informazioni su https://www.lalastrenseciclostorica.it o scrivere a grupposportivotreemme@gmail.com. Alla conferenza stampa sono inoltre intervenuti e hanno partecipato il vicesindaco di Signa Marinella Fossi, Antonio Caverni presidente A.S.D. G.S. Tre Emme, Leandro Becagli presidente Unione Nazionale Veterani dello Sport Le Signe, Marco Ceccantini presidente UISP Firenze, Alessandro Cei già presidente A.S. Lastrense, Emiliano Maratea referente affari istituzionali ENEL Toscana – Umbria, Daniele Senatori presidente Associazione Nazionale ANVVF Firenze, Giancarlo Brocci ideatore dell’Eroica, Enzo Megli già direttore sportivo della Lastrense, Simona Bellocci giornalista Fondazione Sistema Toscana (che ha presentato l’iniziativa) con Gianni Taccetti Unvs Le Signe – Ciclostorica La Lastrense al coordinamento . Nel corso della mattinata l'artista e Maestro scalpellino Stefano Nistri ha donato alla Ciclostorica lo stemma in pietra (antico materiale delle cave del territorio) della Lastrense, realizzato per ricordare i cento anni dalla nascita dell’Associazione, nella quale hanno militato tra gli altri, Franco Bitossi e Francesco Casagrande, punte di diamante del ciclismo Lastrigiano.


Testo e foto: Ufficio Stampa Comune Lastra a Signa in collaborazione con Ciclostorica La Lastrense

13 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti