• Gianni Di Ferdinando

Fabbri, Tamberi, Iapichino, Coe, notte di record al Golden Gala di atletica leggera

Firenze - Firenze, a buon diritto per una sera, ha indossato l’abito della festa ed ha assunto il ruolo di capitale mondiale dell’atletica leggera, il tutto condito da un record europeo. Il ‘Ridolfi’, tirato a lucido, ha ospitato il ‘Golden Gala’, tappa italiana del circuito mondiale Diamond League, spostato dalla consueta sede dell’Olimpico di Roma, requisito nell’occasione per gli Europei di calcio.

Una serata di festa, apertasi dalla consegna da parte del sindaco, Dario Nardella, delle chiavi della città all’ex campione olimpico, Sebastian Coe (nella foto interna) che, nel lontano 1981, sulla vicina pista dello stadio comunale, realizzò il record mondiale degli 800 metri.

Una festa proseguita con le gare, che hanno visto impegnati i maggiori interpreti dell’atletismo mondiale. In chiave azzurra e soprattutto cittadina, da segnalare la prestazione di Leonardo Fabbri nel peso, con il primato stagionale di 21,71 al secondo lancio, che gli ha fruttato la terza posizione finale.

Larissa Iapichino non fluida nella sua azione, non ha trovato la misura giusta, chiudendo con una serie di salti al di sotto delle sue possibilità, in sesta posizione, con un non esaltante 6,45. Gimbo Tamberi, nella pedana dall’alto, ha ottenuto il terzo posto con 2.33, primato stagionale, in una gara che ha visto i primi tre terminare appaiati, con il successo che è andato per i minori errori commessi nei singoli salti, al russo Ivanjuk.

Da segnalare in chiusura di manifestazione, come la classica ciliegina sulla torta, il mondiale stagionale e record europeo realizzato dal norvegese, Ingebrigtsen, nei 5000 metri, con il tempo di 12’.48”.45”’.

(Foto Gianni di Ferdinando)



7 visualizzazioni0 commenti