• Maurizio Fanciullacci

Festa di sport e cultura con l’UNVS a Villa Castelletti per Premio Nazionale Atleta dell'Anno

SIGNA- Un premio territoriale che getta lo sguardo anche in ambito nazionale. La sezione dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport “Azzurri Fulvio Nesti - Egisto Pandolfini” di Signa, nel corso della terza festa sociale andata in scena a Villa Castelletti, ha consegnato il ‘Premio Nazionale Atleta dell’Anno UNVS Le Signe’ ad atleti e società meritevoli del comprensorio. Riconoscimenti speciali all’ex azzurro del ciclismo su strada, Francesco Casagrande, alla pallavolista del Bisonte Firenze, Francesca Bonciani e alla memoria dell’ex pugile, Silvano Bertini, deceduto pochi mesi fa e ritirato dal figlio. Il premio giovani emergenti e’ stato attribuito alla ciclista Emma Meucci, terza ai campionati italiani su pista per la categoria allievi e alla tennista Viola Cossari, tra le prime cinquanta giocatrici italiane. Fiore all’occhiello della manifestazione, il premio nazionale atleta dell’anno 2020, consegnato a Niccolo’ Cannone, 23 anni, rugbista della Benetton Treviso e della nazionale e per gli impegni del giocatore il riconoscimento è stato ritirato dal padre. La società Lastrense e Alessandro Lazzerini, ex dirigente delle due ruote, hanno ricevuto il premio veterano dello sport, abbinato a Libero Sarchielli. Premio che è stato attribuito anche alla memoria di Pino Pandolfini. Riconoscimento infine per la formazione Juniores del Signa, campione provinciale di categoria.

Alla serata, organizzata dal Gianni Taccetti presidente dell’ Unvs le Signe erano presenti il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Senatrice Caterina Bini, la Presidente Nazionale UNVS Francesca Bardelli, il Presidente regionale del CONI Simone Cardullo, il delegato regionale UNVS Toscana Nicola Lofrese, il delegato allo Sport della Città Metropolitana Nicola Armentano , i sindaci dei Comuni di Signa e Lastra a Signa, Giampiero Fossi e Angela Bagni con i rispettivi assessori allo sport Marinella Fossi e Leonardo Cappellini e autorità istituzionali e sportive.

La divertente manifestazione, che era iniziata con lapresentazione del libro "Società Anonima Associazione Fiorentina del Calcio" (1933-1952) a cura del Museo Fiorentina, con Massimo Cervelli vicepresidente del Museo, elo storico Fabio Bertini oltre il giornalista Roberto Davide Papini de La Nazione si è conclusa con l’esibizione del regista teatrale Alessandro Calonaci che ha recitato i versi della Canzona di Bacco di Lorenzoil Magnifico e del 26esimo canto dell’ Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri.

Le foto e video su

https://www.facebook.com/sportsite2021

25 visualizzazioni0 commenti