• Gianni Di Ferdinando

Filippo Ermini saluta i Giovani Rossoneri e senza fretta aspetta una nuova panchina

Agliana - L’ Aglianese è un pezzo fondamentale del suo cuore. Tredici stagioni in neroverde, con panchine in serie D e direzione del settore giovanile, non si possono dimenticare in fretta. Il suo sogno, un giorno, lontano o vicino che sia, è quello di tornare ad indossare la tuta e il fischietto neroverde.

Filippo Ermini, uno di tecnici più emergenti del calcio toscano, non si è mai guardato indietro. Non si è mai fermato a pensare quello che poteva essere e non è stato. Barra diritta e testa al campo e di strada, nel mondo variegato e bizzarro dei dilettanti, ne ha percorsa tanta.

Ora è arrivato il momento di fermarsi un attimo, riavvolgere il nastro e interrogarsi su quello che il futuro calcistico gli può riservare. Ermini, nei giorni scorsi ha lasciato, dopo tre anni di soddisfazioni e di crescita progettuale, la panchina dei Giovani Rossoneri, sodalizio del girone B di Prima Categoria di Quarrata, in provincia di Pistoia. Con gli uomini del suo staff, gli inseparabili Gabriele Durante e Francesco De Blasio, ha deciso di dire basta, per guardarsi intorno. Il telefono è già suonato più volte, ma per il momento non si è lasciato coinvolgere, volendo soppesare e valutare ogni futura mossa.

Ermini, ex tecnico anche della Berretti del Pontedera, non ha fretta, il suo obbiettivo ”E' quello di essere coinvolto in un progetto serio, a lungo termine, che mi possa permettere di riaprire una nuova pagina del mio libro calcistico. Ai Giovani Rossoneri ho vissuto tre anni indimenticabili, ora era giunto il momento di staccarsi e di cercare nuovi stimoli. Non c’è fretta, mi voglio guardare intorno e decidere con calma”.

E lui nell’attesa, cuore nero verde che batte a duemila, va a vedersi la sua Aglianese, a un passo dal ritorno in Lega Pro.

(Foto Gianni Di Ferdinando)

38 visualizzazioni0 commenti