• Gianni Di Ferdinando

Firenze ospita il secondo congresso straordinario della Federazione Italiana Escursionismo

FIRENZE - Due giorni di tavoli di lavori, tematici, per confrontarsi sul futuro dell’associazione, rifondata nel 1946: la Federazione Italiana Escursionismo (Fie), celebra a Firenze il secondo congresso straordinario, il primo andato in scena nel 1949, dove fu approvato lo statuto costitutivo, necessario per lo sviluppo di una associazione con sede a Genova, che conta 12.000 tesserati e 220 organismi associativi. Un congresso, come sottolinea il presidente nazionale, Mimmo Pandolfo, resosi necessario “ per ottenere la necessaria legittimazione da parte della nostra base e una condivisione sugli obbiettivi che vogliamo raggiungere per il prossimo futuro, in maniera da rendere moderna e più aderente ai tempi la nostra missione”.


“Vale a dire - prosegue il presidente - una maggiore interazione con i territori rurali, montani o cosiddetti minori, in maniera da contribuire allo sviluppo locale, ispirato alla sostenibilità”.

“ La Fie- conclude - vuole contribuire con la sua presenza ad alimentare nelle popolazioni residenti nei luoghi di sviluppo la possibilità di un cambiamento e nel contempo a contribuire al mantenimento del patrimonio territoriale, costituito da paesaggi naturali e edificati dall’uomo e delle culture locali”.


Una due giorni di lavori, concentrata a Firenze, in ragione della sua posizione geografica baricentrica e per rendere onore al proficuo e infaticabile lavoro effettuato dal comitato toscano guidato da Angelo Latorre, che sta producendo un notevole sforzo di slancio e programmazione. Ospiti d’onore del congresso, il presidente europeo, il serbo Boris Micic e la francese, Marianne Clarte’, presidente del comitato dipartimentale delle Bocche del Rodano.Nel corso del congresso sara’ approvato il documento di sintesi dei singoli tavoli, necessario per una naturale ripartenza della Fie e saranno attribuite le targhe di merito alle 27 associazioni nazionali con più lunga militanza. Due per ogni regione, con la Toscana protagonista con l’Atletica Volterra e con a Piedi in Cammino di Pisa.

4 visualizzazioni0 commenti