• Gianni Di Ferdinando

I cento anni della sezione Aia di Firenze, festeggiati con il libro ‘Firenze, i suoi arbitri’

Firenze - Cento anni di storia, festeggiati dalla sezione Aia di Firenze nella suggestiva cornice del Forte Belvedere a Firenze e con la presentazione del libro ‘ Firenze i suoi arbitri, 100 anni di vita, 100 anni di storia’. Una pubblicazione che ripercorre i 100 anni della sezione, ricordando presidenti, aneddoti, episodi e che ha avuto il suo battesimo dal presidente dell’Aia, Alfredo Trentalange, dal designatore della Can A, Gianluca Rocchi e dal vice presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Francesco Franchi, che ha, tra l’altro, ricordato i trascorsi del padre Artemio all’interno della sezione ‘Poderini’ (oggi Giacinto Zoli) di Firenze, agli inizi della sua prestigiosa carriera.


“ Si tratta di un appuntamento importante - ha affermato Fabrizio Matteini- il presidente della sezione di Firenze -, 100 anni di storia sono significativi all’interno dei 110 della nostra sezione. Abbiano una tradizione importante da conservare, con arbitri di serie A prestigiosi, che si sono succeduti nel corso di questi lunghi anni. Dobbiamo trasmettere ai nostri giovani la passione che ci accompagna, formando arbitri che possano poi raggiungere obbiettivi importanti. Il percorso si fa sempre più difficile, perché i posti a disposizione, nel corso dei vari passaggi, sono sempre meno, ma siamo fiduciosi di raggiungere il nostro obbiettivo, come dimostra la nostra storia”.


“Firenze e la sua sezione - ha sottolineato Alfredo Trentalange, presidente dell’Aia - sono legati alla mia crescita prima come arbitro e poi come dirigente della Can. La nostra categoria è sempre più proiettata al futuro, ma deve anche riflettere delle sue relazioni, del suo percorso ed è opportuno che ognuno di noi compia questo passaggio per permettere a sezioni come questa di Firenze di festeggiare simili traguardi”.

5 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti