• Gianni Di Ferdinando

Le imprese sul Frenei, rievocate dal Club Alpino Firenze

FIRENZE - Una ripartenza dopo il Covid, a due anni dall’ultimo appuntamento, svoltosi nell’ottobre 2019 alla Canottieri Comunali, con protagonista sempre Mario Verin. Il Club Alpino Firenze, con il supporto del Club Alpino Accademico Firenze, della scuola Tita Piaz e del Cai Firenze, in collaborazione con l’Educandato del Poggio Imperiale, guidato dal presidente Giorgio Fiorenza, ha mandato in scena una serata di ricordi struggente ed emozionante. Nel corso dell’evento, sono state prima riproposte le varie foto rievocative della tragica salita effettuata nel 1961 da Carlo Bonatti del pilone centrale del Frenei, nella parte sud italiana del Monte Bianco. Rievocazione storica curata da Roberto Masoni.

A seguire è stata ricordata, questa volta con l’ausilio oltre che delle foto anche delle voci in diretta dei singoli protagonisti, la medesima salita dello stesso Frenei, effettuata prima nel 1981 da Carlo Barbolini e Mario Verin e poi nel 2020 da Omar Scarpellini di Arezzo. Imprese analizzate nel corso degli interventi, significando le differenze registrate, con il passare degli anni, delle singole salite, mettendo in evidenza difficoltà e progressi registrati. Un’ora e mezza appassionante, che ha tenuto con il fiato sospeso e incollati alla sedia con la massima attenzione le oltre 120 persone intervenute, per una manifestazione che, come ha sottolineato, lo stesso Carlo Barbolini” sa di ripartenza e con l’impegno di riproporne nel breve futuro altre di identico spessore ed emozione”.

1 visualizzazione0 commenti