• Francesca Perna

Le storie dei protagonisti delle Paralimpiadi di Tokyo

Le Olimpiadi di Tokyo sono Giochi che passeranno alla storia. I ragazzi e le ragazze del CONI ci hanno regalato successi e gioie inaspettate. E adesso toccherà ai colleghi del paralimpico che animeranno gli stessi campi di gara in Giappone dal 24 agosto al 5 settembre.

Sono altissime le aspettative del neo rieletto Presidente Luca Pancalli nei confronti di una Squadra che parte per Tokyo con la voglia di emulare i colleghi del CONI.

Quest’anno gli atleti che parteciperanno ai Giochi - in 15 discipline - sono 113 (+14,14% rispetto a Rio 2016). La presenza femminile è superiore a quella maschile (60 atlete e 53 atleti), pari al 53,1%. Un dato che supera ampiamente il rapporto atlete-atleti delle squadre italiane che hanno preso parte ai Giochi di Rio 2016 (40% delle atlete) e Londra 2012 (31,6%).

La squadra italiana che parteciperà ai Giochi di Tokyo, capitanata dai due portabandiera Beatrice Vio (scherma) e Federico Morlacchi (nuoto), ha un’età media di 33 anni, circa 3 in meno rispetto alle Paralimpiadi di Rio 2016.

Gli azzurri puntano a migliorare il risultato di Rio: 39 medaglie complessive conquistate (10 ori, 14 argenti, 15 bronzi) e 9° posto nel medagliere.

“Voglio innanzitutto congratularmi con la squadra italiana olimpica per lo storico risultato ottenuto e rivolgere a tutti gli atleti un sincero ringraziamento per le emozioni che ci hanno regalato in questa edizione incredibile Olimipiade – ha detto Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, in preparazione per la partenza verso Tokyo-. Un risultato frutto del grande lavoro svolto dal CONI, a partire dal Presidente Malagò e dal Capo Missione Carlo Mornati, dall’intera delegazione a Tokyo e dalle Federazioni sportive. La Paralimpiade sarà l’ultimo evento, in ordine di tempo, di questa straordinaria estate per lo sport italiano. Il nostro obiettivo è continuare a entusiasmare gli italiani con le storie e con le prestazioni sportive di questi fantastici atleti e confermare con i risultati il percorso di crescita del movimento paralimpico italiano divenuto ormai un punto di riferimento in Italia e nel mondo”.

Questi gli azzurri che andranno a Tokyo:

Atletica: Martina Caironi, Marco Cicchetti, Francesca Cipelli, Monica Contrafatto, Oxana Corso, Ndiaga Dieng, Assunta Legnante, Alessandro Ossola, Nicky Russo, Ambra Sabatini, Oney Tapia.

Canoa: Veronica Silvia Biglia, Eleonora De Paolis, Esteban Gabriel Farias, Federico Mancarella;

Canottaggio: Lorenzo Bernard, Alessandro Brancato, Gianfilippo Mirabile, Greta Muti, Chiara Nardo, Cristina Scazzosi, Lorena Fuina (timoniere);

Ciclismo: Katia Aere, Pierpaolo Addesi, Fabio Anobile, Paolo Cecchetto, Diego Colombari, Fabrizio Cornegliani, Giorgio Farroni, Luca Mazzone, Francesca Porcellato, Andrea Tarlao, Ana Vitelaru;

Equitazione: Sara Morganti, Francesca Salvadè, Carola Semperboni, Federica Sileoni;

Judo: Carolina Costa, Matilde Lauria;

Nuoto: Alberto Amodeo, Simone Barlaam, Federico Bassani; Luigi Beggiato, Alessia Berra, Francesco Bettella, Vittoria Bianco, Federico Bicelli, Francesco Bocciardo, Monica Boggioni, Vincenzo Boni, Simone Ciulli, Antonio Fantin, Giulia Ghiretti, Carlotta Gilli, Giorgia Marchi, Emmanuele Marigliano, Riccardo Menciotti, Efrem Morelli, Federico Morlacchi, Xenia Francesca Palazzo, Misha Palazzo, Angela Procida, Martina Rabbolini, Stefano Raimondi, Alessia Scortechini, Arianna Talamona, Giulia Terzi, Arjola Trimi;

Scherma: Matteo Betti, Marco Cima, Edoardo Giordan, Emanuele Lambertini, Ionela Andreea Mogos, Rossana Pasquino, Loredana Trigilia, Beatrice Maria Vio;

Sitting volley: Giulia Aringhieri, Raffaella Battaglia, Flavia Barigelli, Giulia Bellandi, Silvia Biasi, Francesca Bosio, Eva Ceccatelli, Sara Cirelli, Sara Desini, Francesca Fossato, Roberta Pedrelli, Alessandra Vitale;

Sollevamento pesi: Donato Telesca;

Taekwondo: Antonino Bossolo;

Tennistavolo: Andrea Borgato, Michela Brunelli, Federico Falco, Amine Mohamed Kalem, Matteo Orsi, Matteo Parenzan, Giada Rossi;

Tiro a segno: Jacopo Cappelli, Nadia Fario, Andrea Liverani, Pamela Novaglio;

Tiro con l’arco: Matteo Bonacina, Giampaolo Cancelli, Elisabetta Mijno, Asia Pellizzari, Vincenza Petrilli, Eleonora Sarti, Stefano Travisani, Maria Andrea Virgilio;

Triathlon: Giovanni Achenza, Anna Barbaro (guida Charlotte Bonin), Alberto Buccoliero, Rita Cuccuru, Veronica Yoko Plebani.


Ma per conoscere meglio i protagonisti delle prossime paralimpiadi è possibile consultare online la MEDIA GUIDE_SQUADRA PARALIMPICA ITALIANA

Uno strumento per conoscere le storie, le statistiche, i palmares di tutti i protagonisti azzurri delle prossime Paralimpiadi di Tokyo. Ogni scheda atleta contiene una breve intervista nata con l'obiettivo di conoscere la storia personale e le ambizioni di tutti i componenti della squadra italiana paralimpica. Il testo è introdotto dal saluto del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli e dal Capo Missione e Segretario Generale del CIP Juri Stara.

Nella media guide è possibile inoltre consultare la composizione della Delegazione Azzurra e il Medagliere paralimpico italiano dal 1960 ai giorni nostri.


Clicca qui per consultare la pubblicazione: MEDIA GUIDE_SQUADRA PARALIMPICA ITALIANA


Foto del Comitato Italiano Paralimpico

0 visualizzazioni0 commenti