• Francesca Perna

Martina Caironi, record del mondo nel lungo paralimpico

Martina Caironi è inarrestabile. La campionessa dell’atletica paralimpica ha messo a segno un altro record del mondo del salto in lungo. L’atleta bergamasca aveva già dimostrato agli Europei di Bydgoszcz, in Polonia, di essere in forma e decisa a scrivere nuove pagine nella storia dello sport, e al XXIV Meeting Internazionale Città di Nembro l’azzurra conquista altri 13 centimetri per centrare l’obiettivo a 5,19. Agli Europei aveva detto: “Voglio raggiungere i 5,20” e lo ha fatto.

La pluridecorata atleta delle Fiamme Gialle parte subito decisa a vincere e, già con il primo salto, conquista il primo primato iridato della gara a 5,17. I salti successivi fanno pensare ad uno bell’exploit ma niente di più registrando un 4,91 e 4,98. Il record del mondo arriva con il quarto salto nel quale la Cairoli sembrava volare per atterrare al fatidico 5.19.

Sembrerebbe che per la campionessa italiana non ci possano essere rivali a Tokyo ma non bisogna abbassare la guardia visto anche che ai Giochi in Giappone il salto in lungo della sua categoria sarà accorpato alle atlete T42/61 dove figura la sua grande rivale tedesco-australiana Vanessa Low, oro a Rio 2016.

Finita la gara, iniziati i festeggiamenti, la Caironi si lascia andare all’entusiasmo ma sempre guardando avanti: “Si vola! – ha detto la campionessa a fine gara - Sono felice di aver ritoccato il record del mondo a casa, in un meeting che è risorto dalle ceneri, e sono felice di essere finalmente arrivata a questo livello. Ora voglio i 5,30.”

La Caironi sarà presente agli Assoluti di Concesio del 3-4 luglio, dove è iscritta anche ai 100 T63, specialità in cui la scorsa settimana a Nizza aveva realizzato un crono da 4,63 a quattro centesimi dal primato iridato dell’altra Azzurra Ambra Sabatini.


Foto Marco Mantovani/FISPES


Sintesi classificazioni funzionali

http://www.fispes.it/atletica/classificazioni-funzionali/

0 visualizzazioni0 commenti