• Francesca Perna

Obiettivo tricolore, al via il 4 luglio “la grande staffetta” ideata da Alex Zanardi

Alex Zanardi diceva: “La vita è come il caffè: puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi, ma se lo vuoi far diventare dolce devi girare il cucchiaino. A stare fermi non succede niente”. Alex non si è mai fermato, nonostante le difficoltà, nonostante tutto, lui ha sempre fatto il possibile per rendere dolce quel caffè. E anche in un momento come questo, anche quando si trova a dover affrontare una nuova estenuante sfida, il suo spirito, la sua filosofia di vita, continuano a girare quel cucchiaino e a cambiare il sapore delle nostre vite. Per questo motivo Obiettivo 3 - il progetto fondato dal campione paralimpico nel 2017 e finanziato dalla Fondazione Vodafone nell'ambito delle iniziative legate ad OSO che prevedeva l'individuazione di tre atleti che sappiano impegnarsi in una disciplina dello sport paralimpico per provare ad andare a Tokyo 2020 – ha deciso di dare il via alla seconda edizione di “Obiettivo tricolore – La grande staffetta”. L’idea nacque nel 2020 dopo che il Covid-19 e il lockdown avevano costretto tutti gli atleti ad uno stop prolungato. Zanardi ebbe l’idea di riportare lo sport paralimpico sulle strade di tutta Italia grazie ad una grande staffetta che, partendo da tre punti differenti dello Stivale, toccasse la nostra Penisola da nord a sud. L’iniziativa fu un successo e quest’anno, nella sua seconda edizione, non sarà da meno. Il via sarà in Alto Adige il 4 luglio e si concluderà in Sicilia il 25 luglio. A passarsi il testimone saranno quasi 70 atleti paralimpici che percorreranno le strade della staffetta in handbike, bicicletta e carrozzina olimpica. L’obiettivo principale è quello di divulgare lo sport paralimpico, di far conoscere quali e quante possibilità ci sono e, per questo motivo, quest’anno, a differenza dell’edizione del 2020, sono stati previsti i “Villaggi” ovvero manifestazioni collaterali attraverso le quali sarà possibile provare le discipline e candidarsi a far parte di Obiettivo3. I Villaggi saranno allestiti su tutto il percorso ed in particolare a Parma, Jesolo, Bologna, Roma, Taranto e all’arrivo a Catania.

Come dicevamo la staffetta prevede tre partenze differenti la prima sarà la “rossa” che vedrà il via il 4 luglio da La Villa in Alto Adige, in concomitanza con la Maratona dles Dolomites – Enel. Il giorno seguente ci sarà lo start della “bianca” da Lecco mentre il 6 la “verde” partirà da Verréès in Val d’Aosta. I tre percorsi si uniranno l’11 luglio a Bologna (città natale di Zanardi) per poi proseguire in un unico serpentone fino all’arrivo previsto per il 25 luglio a Catania. Tre settimane, 54 tappe, 18 regioni (verrà coinvolta anche la Sardegna con un atleta che si imbarcherà a Cagliari per raggiungere gli altri a Civitavecchia).

L’iniziativa è stata presentata oggi nella sede del Comitato Italiano Paralimpico con il neo rieletto Presidente, Luca Pancalli, che ha voluto, fin dalla prima edizione, sostenere questa preziosa ed importante iniziativa.





6 visualizzazioni0 commenti