• Francesca Perna

Obiettivo Tricolore: il docufilm in sala a fine giugno


Nei giorni scorsi c’è stata la prima proiezione, privata, a Milano e, adesso, con la riapertura dei Cinema, tutto è pronto per il debutto sul grande schermo. Nei giorni 28, 29 e 30 giugno, infatti, nelle sale cinematografiche d’Italia verrà proiettato il docufilm sulla prima edizione di Obiettivo Tricolore, la grande staffetta di atleti paralimpici che si è svolta nel giugno del 2020. L’iniziativa, voluta e ideata da Alex Zanardi, ha affascinato la FilmArt Studio che ha deciso di seguirla per oltre 3mila chilometri da nord a sud Italia in modo tale da produrre un docufilm.

La troupe guidata dal regista Francesco Mansutti si è avvalsa della fotografia di Piergiorgio Grande, Stefano Resciniti e Nicolò Rodighiero, e della mano di Vinicio Stefanello che ha curato la sceneggiatura.

Un’impresa epica che, grazie a un lavoro estenuante con decine di ore di riprese, è riuscita a catturare i momenti più emozionanti dei 50 atleti paralimpici che sono stati protagonisti della Obiettivo Tricolore del 2020. Immagini di sport, ma anche di passione, di fatica, di molti sorrisi e anche qualche lacrima. Perché non saranno solo le immagini a parlare. I racconti, le interviste, ma soprattutto le storie di quei grandi uomini e quelle grandi donne, che sono la vera essenza dello sport paralimpico, saranno i veri protagonisti della pellicola che andrà sul grande schermo.

E non sarà solo lo sport il protagonista del documentario. La grande staffetta, infatti, è stato anche un momento importante e prezioso per riscoprire le bellezze del nostro Paese. Gli atleti di Obiettivo3 - il progetto fondato dal campione paralimpico nel 2017 e finanziato dalla Fondazione Vodafone nell'ambito delle iniziative legate ad OSO che prevedeva l'individuazione di tre atleti che sappiano impegnarsi in una disciplina dello sport paralimpico per provare ad andare a Tokyo 2020 – hanno percorso le strade del Bel Paese in handbike, in bicicletta e in carrozzina olimpica e le telecamere della FilmArt Studio hanno documentato tutto, dai primi passi all’organizzazione, dalla partenza all’arrivo.

2 visualizzazioni0 commenti