• Maurizio Fanciullacci

Pioggia battente e pomeriggio grigio ma il Flash Mob di Special Olimpcs illumina Firenze


FIRENZE - Neppure una implacabile e fredda pioggia ha fermato la festante e variopinta marea del Flash Mob che, sotto l’attenta regia di Gino Fantechi Materni direttore di Special Olimpcs Firenze, si è svolto sabato pomeriggio al Piazzale Michelangelo. Protagonisti dell’ impresa un centinaio di ragazze e ragazzi dei team di Special Olimpcs ­ - erano accreditati 25 Team associativi e 25 Team scolastici - che con bandane e palloni rossi hanno ravvivato, a suon di musica, il tetro pomeriggio invernale fiorentino. Si è trattato di un’anteprima dell’evento del 3 dicembre quando, anche quest’anno, Special Olympics Italia vuole celebrare la “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, ritornando a realizzare in presenza, nel pieno rispetto delle disposizioni anticovid, un Flash Mob in molte città.

Questa edizione del Flash Mob assume un significato ancora più importante rappresentando una delle prime opportunità di rincontrarsi in presenza e ritornare “alla vita” come recita anche la canzone “Life is Live” sulle note della quale si svolgerà la coreografia.

La formula del “Flash-mob”, può costituire un ottimo mezzo per trasmettere il messaggio di gioia e di inclusione insito in Special Olympics, ed avrà lo scopo di riunire, mantenendo il giusto distanziamento sociale, in una danza gioiosa atleti e volontari.

Special Olympics da ben 53 anni porta avanti progetti sul tema dell’inclusione sociale delle persone con disabilità intellettiva attraverso lo sport in 200 Paesi, coinvolgendo oltre cinque milioni di Atleti e più di un milione di volontari in tutto il mondo.

Per questo è considerata l’organizzazione mondiale più diffusa e più importante sul tema dell’inclusione mediante la pratica sportiva.

Il video è stato fornito da Gino Fantechi Materni direttore Special Olimpcs Firenze



25 visualizzazioni0 commenti