• Gianni Di Ferdinando

Sonny Colbrelli si aggiudica il 48esimo Giglio d’Oro 2021

CALENZANO - Un appuntamento tradizionale del mondo del ciclismo nazionale. La 48 edizione del ‘ Giglio d’Oro’, organizzato da Saverio Carmagnini, ha attribuito nel consueto scenario di Pontenuovo di Calenzano, i riconoscimenti della stagione ciclistica andata in archivio da poche settimane. Alla presenza del neo ct della nazionale italiana su strada, Daniele Bennati, la 48 edizione ha visto il successo netto, indiscutibile, di Sonny Colbrelli, recente vincitore della Parigi -Roubaix, non che campione italiano ed europeo.

“E’ stata per me - ha ricordato Colbrelli - una stagione magica, il più bel ricordo e’ legato al successo alla Roubaix, che dopo tanti anni sono riuscito a riportare in Italia. Con sacrificio, volontà, ho coronato questo sogno. Non è stato facile, a 10 km dall’arrivo, ero già felice del podio. Allo sprint mi sono superato, per la vittoria più importante della mia carriera”.

Gli altri riconoscimenti sono stato attribuiti a Matteo Sobrero, campione italiano a cronometro, come atleta rivelazione, a Martina Fidanza, medaglia d’oro ai mondiali su pista a Roubaix e a Beppe Saronni, alla memoria di Franco Ballerini. Ospite d’onore della manifestazione, Ernesto Colnago, 89 anni, una vita dedicata al ciclismo, costruendo biciclette che portano il suo nome, che ha ricevuto il premio in ricordo di Alfredo Martini. Marco Villa, attuale Ct della nazionale italiana su pista, che ha trascinato Filippo Ganna ai titoli mondiali, ha ottenuto il premio Gino Bartoli, mente Ludovico Crescioli, miglior Juniores della Toscana il premio Giglio d’Oro 2. Il Memorial Tommaso Cavorso, è stato consegnato al giovane Manuele Migheli, esordiente del secondo anno, atleta tesserato per il Velo Club di Empoli. Un commosso Sergio Neri, ex direttore del Corriere dello Sport, ha infine ricevuto il premio cultura dello sport alla memoria di Franco Calamai.

2 visualizzazioni0 commenti